Mantova, Luci in cammino, Festa d'Inverno 2017

La Festa d’Inverno torna ad illuminare il quartiere di Valletta Valsecchi: giovedì 21 dicembre dalle 16.30 Segni d’infanzia aspetta tutti per uno degli eventi di Epicentro Culturale Valletta Valsecchi, che si preannuncia davvero magico e suggestivo. L’esplorazione delle vie, dei luoghi e delle storie del quartiere sarà illuminata da miriadi di lanterne tra giocolieri mangiafuoco e musicisti lungo un percorso itinerante da Piazza Aliprandi allo Spazio Gradaro.

Fervono i preparativi per aggiungere dettagli, decorazioni, storie e momenti speciali alla festa: la costruzione è orchestrata da Segni d’infanzia con i partner di progetto e Arci Fuzzy, comitato di quartiere, Progetto OA e FCE Records ma è affidata soprattutto alla creatività spontanea dei cittadini del quartiere, conoscitori appassionati di luoghi, aneddoti e memorie.

Un percorso itinerante a tappe per scoprire le magie di Valletta Valsecchi

Punto di partenza del percorso itinerante è piazza Aliprandi dove, alle ore 16.30, l’esibizione di giovani musicisti scalda l’atmosfera per poi proseguire verso il porto dell’Anconetta. Qui l’arrivo di una barca con il tedoforo giocoliere darà l’avvio ufficiale alla festa della luce. Il giocoliere procederà all’accensione delle fiaccole destinate a rischiarare la camminata che condurrà i partecipanti ad addentrarsi tra le vie del quartiere. Diverse le tappe previste animate da performance tra cui anche la Biblioteca Baratta, luogo naturale in cui trovano casa testimonianze popolari e i ricordi degli abitanti del quartiere.

A chiudere l’itinerario lo Spazio Gradaro, con la sua sala multifunzionale che Fondazione Cariplo, grazie al progetto EpiCentro, ha trasformato in importante luogo culturale e d’incontro. Sarà il punto di arrivo dove bere insieme una cioccolata calda, meravigliarsi davanti ad acrobati, giocolieri e mangiafuoco, ascoltare musicisti irriverenti e osservare l’installazione in mostra delle Scuole Medie – Bertazzolo e Sacchi - che hanno partecipato ai laboratori nell’ambito del progetto e a cura di Charta Coop. Soc. Onlus, lavorando con la tecnica del caviardage. Quasi un gioco tra luce e buio, nel quale, si anneriscono le parole che non servono per mettere in evidenza quanto resta, ottenendo suggestioni, pensieri, poesie.

La luce è il filo conduttore di ogni gesto ed emozione

Questa l’architettura dell’evento che si sta costantemente arricchendo di momenti di condivisione. Ognuno può dare il proprio contributo, e l’appello è rivolto a tutti, perché la festa d’inverno sia un appuntamento immancabile per tutti i mantovani.

La luce è il filo conduttore di ogni gesto ed emozione. Abbiamo voluto, materialmente e simbolicamente, illuminare un pezzo di città che sta dimostrando di essere viva, creativa, entusiasta. Mostreremo l’anima di Valletta Valsecchi, per questo continua la raccolta delle storie che le persone vogliono condividere e riportare alla luce: com’era il quartiere tanti anni fa? Quali ricordi volete condividere? Chi abitava questi luoghi? Un modo diverso per riflettere e stare insieme” commenta Cristina Cazzola, direttrice artistica dell’associazione Segni d’infanzia.

Informazioni

Per partecipare alla progettazione e all’organizzazione contattare Segni d’infanzia: 03761511955 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Sostieni

MantoBimbi desidera fornire un servizio sempre più ricco di contenuti: puoi aiutarci ad affrontare le spese di gestione di questo portale con una donazione in denaro, anche minima. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Dona...

Segnala

Puoi aiutarci ad arricchire i contenuti del portale con la segnalazione di un evento che risulti interessante per bambini o genitori. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Segnala...