Earwig e la strega

Storia di crescita e magia che ha come protagonista una bambina tenace e indomita, in Earwig e la strega ci sono molte caratteristiche e atmosfere apprezzate nei film Ghibli: la stregoneria, il mondo dei piccoli che si confronta con quello degli adulti, l’esplosione di colori e l’umorismo. Earwig deve il suo nome al mitologico insetto che si diceva strisciasse nelle orecchie delle persone per prenderne il controllo.

Nella versione giapponese, il nome Earwig è diventato Aya Tsuru, dal verbo “ayatsuru” che significa “manipolare”: una caratteristica della piccola protagonista, capace di utilizzare la sua tecnica adulatoria per cercare di ottenere quello che vuole. Miyazaki è stato conquistato proprio dal carattere indomito della giovane Earwig.

«Ha una forza e uno spirito imperturbabili, è formidabile, è una combattente molto tenace – ha dichiarato il regista giapponese – Sono le qualità di cui si ha bisogno quando ci si fa strada nel mondo, e sono proprio gli aspetti più affascinanti del suo carattere».

Earwig e la strega

La storia è tratta dall’omonimo romanzo di Diana Wynne Jones, nume tutelare di molti autori fantasy contemporanei tra cui Neil Gaiman e J. K. Rowling, e già autrice del libro Il castello errante di Howl da cui è stato tratto l'omonimo capolavoro di animazione di Hayao Miyazaki. La regia è firmata dal figlio Gorō Miyazaki, che ritorna nove anni dopo La collina dei papaveri con un film d'animazione digitale, traghettando lo Studio Ghibli dai disegni animati alle immagini digitali in CGI 3D: Earwig è infatti il primo film della casa nipponica ad utilizzare completamente questa tecnica.

Come in numerose opere di suo padre, Earwig e la strega ha per eroina una ragazzina dal carattere temprato, spigoloso e temerario. Fatta della stessa determinazione della protagonista di Kiki – Consegne a domicilio, coltiva come lei il desiderio di fare stregonerie e l'amicizia con un gatto nero parlante. Earwig e la strega è una storia di coraggio e sfida alla paura, che insegna a non farsi mai abbattere, nemmeno quando tutto sembra andare storto.

"Earwig e la strega" al Cinema del Carbone di Mantova

Earwig e la strega è in programmazione domenica 28 novembre alle 16:15 presso il Cinema del Carbone di Mantova, nell'ambito della rassegna Il Carbone dei Piccoli.

Da 28 Novembre 2021 16:15 fino a quando 28 Novembre 2021 18:00
a Via Guglielmo Oberdan, 11, 46100 Mantova MN, Italia Categorie: Rassegna, Cinema, Il Carbone dei Piccoli Tags: mantova, famiglie, tutti, a-pagamento
Rassegna di cinema per gli occhi dei bambini, stagione 2021/22

Il Carbone dei Piccoli 2021/22

Il Carbone dei Piccoli è la rassegna di film dedicata ai giovanissimi amanti del cinema e alle loro famiglie, che torna nella sala Oberdan del Cinema del Carbone per tenervi compagnia nelle domeniche d'inverno, offrendo come sempre il meglio del cinema per ragazzi delle ultime stagioni. Tra una proiezione e l’altra, non mancheranno le sorprese!

il cinema del carbone
il cinema del carbone
Il cinema del carbone è un'associazione culturale nata nel 2002 a Mantova come risposta alla chiusura delle sale cinematografiche e degli spazi di aggregazione sociale del centro storico. Dal 2003 al Teatreno e dal 2012 nell'attuale sede del Cinema Oberdan, il cinema del carbone propone film e documentari d'essai, rassegne a tema, eventi teatrali, proiezioni all'aperto, incontri con autori e laboratori scolastici, collaborando con enti e associazioni del territorio e mantenendo una struttura organizzativa basata principalmente sul volontariato.
Altri articoli dello stesso autore:

Sostieni

MantoBimbi desidera fornire un servizio sempre più ricco di contenuti: puoi aiutarci ad affrontare le spese di gestione di questo portale con una donazione in denaro, anche minima. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Dona...

Segnala

Puoi aiutarci ad arricchire i contenuti del portale con la segnalazione di un evento che risulti interessante per bambini o genitori. Fai clic qui sotto e segui le indicazioni, grazie.

Segnala...